Mostra: Elisabetta d’Austria Donna, Imperatrice, Viaggiatrice. 

Pubblicato il Pubblicato in News

Elisabetta d’Austria Donna, Imperatrice, Viaggiatrice. 

Gorizia – Museo Santa Chiara

9 Marzo – 10 giugno 2018

 

Giuseppe Sogni, Ritratto dell’Imperatrice d’Austria Elisabetta, 1857, olio su tela. Firenze, Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti.

Elisabetta d’Austria Donna, Imperatrice, Viaggiatrice.

Questo è il titolo della mostra che il Comune di Gorizia, Assessorato alla Cultura, realizzerà al Museo Santa Chiara a partire dal giorno 9 marzo sino a metà giugno 2018. Organizzata dal Centro Ricerche Turismo e Cultura di Gorizia, la mostra sarà il frutto di importanti collaborazioni e sinergie operative con la Fondazione Coronini, con i Civici Musei di Storia ed Arte di Trieste e con il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia, in collegamento con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. L’esposizione è curata da Marina Bressan e Marino De Grassi con la partecipazione e la consulenza, anche in catalogo, di Cristina Bragaglia, Rossella Fabiani, Lorenza Rescinitti e Claudia Colecchia; Emanuela Uccello è la referente organizzativa e scientifica interna al Comune di Gorizia. La mostra occuperà tutti e tre i piani di Santa Chiara, ove saranno esposte circa duecento opere tra cui alcuni importanti dipinti con ritratti e vedute, incisioni e litografie, oggetti e vestiti, panorami, bandi, documenti, libri e vari pregevoli oggetti relativi alle vicende dell’imperatrice Elisabetta d’Austria (1837-1898), più nota al largo pubblico come Sissi. L’intento dei curatori è quello di offrire al visitatore, attraverso una ricca e in parte innovativa esposizione di materiali rigorosamente originali, una autentica restituzione della dimensione storica di Elisabetta d’Austria, imperatrice e regina d’Ungheria, troppe volte proiettata nel mito e rappresentata in modo non sempre corrispondente a una realtà complessa e talora drammatica, comunque sempre interessante. I materiali esposti provengono, oltreché dagli enti già citati, dai Musei Provinciali di Gorizia, dalla Galleria Palatina di Palazzo Pitti, dal Castello di Miramare, dal Museo Tecnico Navale della Marina Militare di La Spezia, dall’Archivio di Stato di Gorizia e dall’Archivio del Comune di Trieste, dalle Biblioteche Statali di Trieste e di Gorizia, nonché da esponenti della nobiltà asburgica e da numerosi collezionisti privati.

L’ingresso in mostra sarà gratuito.

Il catalogo sarà pubblicato da Edizioni
della Laguna.

Un’anteprima di quello che vedrete alla mostra goriziana:

Il conte Oscar Cassini (1837-1921), ufficiale dell’Imperial Regia Marina Austriaca, in qualità di comandante del “Greif” e del “Miramar”, i due yacht imperiali messi a disposizione di Elisabetta, tra il 1886 e il 1891 accompagnò per ben sei volte la sovrana nei suoi viaggi per mare, conquistandosi la sua stima, il suo rispetto e forse anche la sua amicizia. Privo di discendenti diretti, il conte Cassini aveva nominato erede universale una delle figlie di sua sorella Nathalie, la nipote Olga Westphalen Fürstenberg, moglie del conte Carlo Coronini Cronberg. Per tale ragione, dopo la sua  morte avvenuta a Trieste il 28 dicembre 1921, tutti i suoi beni, compresi il ricchissimo archivio contenente i documenti della famiglia Cassini, le sue carte personali e i cimeli di una vita passata in mare, entrarono a far parte del patrimonio della famiglia Coronini Cronberg, oggi custodito dall’omonima Fondazione goriziana. Tra tutti questi oggetti, il ricordo più caro e prezioso, che l’anziano ufficiale tenne gelosamente con sé fino al suo ultimo giorno di vita, è sicuramente l’orologio da taschino di produzione svizzera, decorato sul fondello anteriore con il monogramma di Elisabetta, due “E” affrontate e intrecciate, sormontate da una corona imperiale. Come rivela lo stesso Cassini in un quaderno di annotazioni biografiche, il prezioso oggetto era un “souvenir” dell’imperatrice, che gli era stato consegnato il 23 febbraio 1886, al termine del suo primo viaggio con la sovrana a bordo del “Greif”.

 

OGNI DOMENICA, ALLE ORE 16:30, VISITE GUIDATE DA PARTE DEI CURATORI, MARINA BRESSAN E MARINO DE GRASSI.

Prenotazione gruppi: 331.2388939