Mayerling – Land di Daisy Valdiserrra

Pubblicato il Pubblicato in Considerazioni

MAYERLING – LAND!

Lindo convento tra i prati rasati…
Nel nulla del bosco… tre case… una chiesa… quattro… cinque… tanti pullman di turisti!

Tutti verso la cappella incastrata a forza dentro un castello per darci quell’aria di sacro che di sacro nulla trasuda.

Castello per festini… partite di caccia… dove il massimo frastuono fu dato dalle imprecise partite a boccette dopo troppi champagne!

Eppure ora è un luogo di preghiera… o meglio avrebbe dovuto… vi si prega ancora… ma non mentre il convento apre i battenti… frotte di turisti e i loro dannatissimi “selfie”…sorridono… annuiscono estasiati… gridano sotto le urla più forti di maldestre guide turistiche… tutti allegri… tutti felici… sono a Mayerling! …qui e’ morto un uomo… chi?…non ricordo!

Litografie di genitori distrutti… una forse era la “protagonista” di un film… una bara recisa… era l’amante o una fanciulla tradita dalla vita? …non importa… che pensare e piangere faccio foto… foto che non rivedrò mai più… se non un giorno di quando vagamente ricorderò il mio viaggio fino a Mayerling-Land!

(Triste resoconto di un luogo di morte per tre intere famiglie… Asburgo/Wittelsbach … Asburgo/Coburgo …Vetsera! …per non parlare di un intero impero!)

La volta che andrete a Mayerling Vi prego… guardate… fate pure qualche foto… ma soprattutto pensate… e basta!

 

 

 

 

“Faceva ciò che le andava a genio e lasciava che gli altri pensassero ciò che volevano. Nonostante tutte le stravaganze era rimasta una persona fondamentalmente semplice e naturale”

(Dama di corte bavarese Maria Redwitz)